Giornata della Riconciliazione


In my country
Oggi, 16 dicembre,  in tutto il Sudafrica è festa nazionale.

È un giorno di grande significato per il paese per due eventi storici che hanno avuto luogo in questa giornata.

Nel Sudafrica dell’apartheid, era una “festa” a ricordo di una battaglia che nel 1838 oppose i coloni “voortrekkers” bianchi alle armate zulu. I bianchi la ricordano come una vittoria quasi miracolosa, i neri come un massacro: in effetti da quel giorno il fiume, presso cui si svolse lo scontro, fu chiamato Blood River, fiume del sangue.

All’epoca era una festa che celebrava una divisione, ma nel corso degli anni, molte cose sono cambiate in Sudafrica, e nello spirito di una piena riconciliazione con il sanguinoso passato del paese,  il Presidente Nelson Mandela e i leader del suo partito, l’African National Congress, hanno offerto la possibilità dell’amnistia alle persone che  si erano macchiate di abusi dei diritti umani, a condizione che raccontassero la verità e potessero provare di aver obbedito a degli ordini di superiori. Le vittime avrebbero avuto così la possibilità di raccontare le loro storie e di avere un confronto con le persone di cui erano state vittime. 21.800 persone hanno testimoniato di fronte alla Commissione di Verità e Riconciliazione  guidata dall’Arcivescovo Desmond Tutu.

Se  lasciassimo il compito a film e canzoni di  raccontarci la storia, oggi dovremmo  riguardare “In my country” un film  con Samuel L.Jackson e Juliette Binoche, incentrato proprio  sul lavoro della Commissione di Verità e Riconciliazione.Guardando il trailer emerge  il contrasto durissimo tra gli splendidi paesaggi del Sudafrica e la rappresentazione della violenza perpetrata nei confronti della popolazione di colore, il tutto accompagnato da una splendida canzone, dal titolo “Senzeni na?”

Senzenina dal film In My Country 

Senzeni na  è una popolare canzone sudafricana usata nelle manifestazioni contro l’apartheid, scritta nelle lingue xhosa e zulu. La traduzione in inglese del titolo della canzone è “What have we done (to deserve this)?”, che in italiano possiamo tradurre con “Cosa abbiamo fatto ( per meritare questo? )

Speriamo che  la storia insegni  all’uomo che ciò che è stato non sia più …


“Mai e poi mai dovrà accadere che questa splendida terra conosca di nuovo l’oppressione dell’uomo.”

Buon giorno della Riconciliazione a tutti i Sudafricani!