Vezzo o pudore?


Siamo a Opuwo, capitale del Kunene, regione nordoccidentale della Namibia. A poca distanza si trova il confine con l’Angola.

 Si viene qui perché è la regione dove abita il gruppo etnico Himba.

african2

 

 

 

A essere sincera, però, la cosa che più mi ha colpito non è stato vedere gli Himba ma incontrare inaspettatamente donne e ragazze in abito tradizionale, quindi semi nude, ma con reggiseno in vista!

Una passeggiata in un mercato locale e troviamo bancarelle di reggiseni.

Sarò capitata nella settimana del lancio di una nuova linea di intimo? Eppure Victoria’s Secret e Intimissimi non sono ancora sbarcati a Opuwo!

Scopro a fatica che non è una nuova moda, si tratta di donne che appartengono a un gruppo etnico angolano che vive al confine tra Namibia e Angola.

La tribù si chiama Mudimba, ed è rimasta fedele alla sua cultura e alle sue tradizioni, ma ha adottato un moderno pudore, lascito dei missionari che un tempo si erano insediati in quelle zone. Per i missionari, il seno al vento andava coperto, e questo è il risultato davvero curioso: passeggi e vedi donne seminude con reggiseno in vista come se stessero sfilando per l’ultima linea di intimo appena uscita!

Mudimba girl in Opuwo, Namibia

Ricorda un po’ quello che avvenne per un’altra etnia, gli Herero: oggi siamo soliti vedere le donne Herero con l’abito ispirato alla moda europea dell’epoca coloniale, ma prima dell’arrivo dei coloni europei anche loro erano vestite come gli Himba che vediamo oggi!

 

african

Certo il retaggio dell’evangelizzazione ricevuta, ma la fierezza e l’orgoglio con cui queste donne camminano aggiungono un tocco di fascino e femminilità. Vezzo? Pudore? Chissà…

 

Mudimba girl in Opuwo

Mudimba girl in Opuwo

 

 

 

 

(Fotografarle non è facile, grazie Alessia ed Alessandra per gli scatti rubati!)

 

 

Salva

Salva